Gilda%20Policastro_edited.png

La Parte di Malvasia di Gilda Policastro, La Nave di Teseo

In libreria dal 22 Aprile 2021

Gilda Policastro

Gilda Policastro è scrittrice e critica letteraria.

Cura la Bottega della poesia per il quotidiano La Repubblica ed è redattrice del sito Le parole e le cose.

Insegna poesia presso la scuola Molly Bloom e Letteratura e Diritto presso l'Università Luiss-Guido Carli di Roma.

Ha pubblicato i romanzi Il farmaco (210), Sotto(2013) e Cella (2015), libri di poesia tra cui Non come vita (2013) e Inattuali (2016), Saggi di teoria e critica tra cui Sanguineti (2009) e Polemiche letterarie.  Dai "Novissimi " ai lit-blog (2012).

 Chi è Malvasia? Una donna che arriva non si sa da dove e che vive in paese da “straniera”: colta, anticonformista, eccentrica, la si è vista fare una lunga passeggiata e da quel momento di lei si sono perse le tracce. Quando viene ritrovata morta, si pensa all’omicidio passionale e scattano le indagini, affidate al maresciallo Arena e al suo assistente Gippo. Nel susseguirsi di testimonianze e di ipotesi, indagatori e indagati prendono a confondersi, in una girandola di voci che sfuma e consegna alla stessa identità mutevole tutti i protagonisti.  Il giallo della morte diventa il grigio delle esistenze di individui mortificati nelle loro ambizioni e svelati nelle loro nature contraddittorie ed elastiche, nella capacità comune di provare sentimenti opposti e di compiere azioni impensabili. Come nella tragedia greca, l’umano supera sé stesso nell’estremo, ma nella tragedia moderna si muore senza un motivo e senza un colpevole. Sfida i grandi classici della letteratura non-gialla, questo nuovo romanzo di Gilda Policastro: la domanda sull’assassino diventa l’indagine compiuta all’interno della stanza più segreta della coscienza, dove immaginazione e crudeltà, violenza a tenerezza sono parte della stessa radice. Dal principio di generazione a quello di de-generazione, le storie che ruotano attorno alla vite che è Malvasia somigliano a un puzzle scomposto, le cui tessere non vanno a posto. Come nella vita.

 

Gilda Policastro è scrittrice e critica letteraria. Cura la “Bottega della poesia” per il quotidiano «La Repubblica» ed è redattrice del sito «Le parole e le cose». Insegna Poesia presso la scuola di scrittura “Molly Bloom” e Letteratura e Diritto presso l’Università “Luiss-Guido Carli” di Roma. Ha pubblicato i romanzi Il farmaco (Fandango 2010), Sotto (Fandango, 2013), Cella (Marsilio 2015), libri di poesia tra cui Non come vita (Aragno 2013) e Inattuali (Transeuropa 2016), e saggi di teoria e critica tra cui Sanguineti (Palumbo 2009) e Polemiche letterarie dai Novissimi ai lit-blog (Carocci, 2012).

Marco Cantoni e Gilda Policastro